Tag

, , , , , , , , , , , ,

Barbara balla in un locale che si chiama Pin Up. Sta lì ormai da 5 anni. Il Pin Up è un localaccio sul genere di quelli nati alla fine dell’epoca d’oro del burlesque.

1Negli anni Venti, in America- dove, il burlesque, importato dall’Inghilterra, era uno spettacolo per le classi popolari in cui si prendevano in giro aristocratici e ricchi industriali- la stampa, guidata da influenti benpensanti, cominciò la sua campagna di demonizzazione e il sindaco di New York, La Guardia (a proposito sto leggendo di lui ROTH-P_complotto1nel romanzo di Roth, Il complotto contro l’America) fece chiudere praticamente tutti i locali facendo in modo che i gestori dei teatri li riconvertissero in semplici cinema. E quelli che non potevano essere riconvertiti si trasformarono in luoghi di spogliarello- cosa che poteva dare non pochi problemi visto che si rischiava di finire in prigione per corruzione della morale pubblica. Ecco perché roxy-strip-clubnacquero i tanga (in inglese G-strings) e i “puntini” (pasties): per coprire il corpo quel tanto da non incorrere in problemi con la legge e, al contempo, quel poco da risultare interessante per gli uomini.

Uh, quante cose si scoprono…. il tanto usato tanga di oggi è solo un escamotage per non essere arrestate!

Come si trasformano le cose!