Tag

, , , , , , , , , ,

Ieri, 12 ottobre, si è svolta l’iniziativa di Festival della Letteratura di Milano “Giornata Sierra Leone” E quando il direttore artistico del festival, Milton Fernandez, si muove, è un pezzo di cuore che macina chilometri e si fa aiuto concreto, si fa fiume che scorre tra le persone e scioglie ritrosie e false apparenze. Perché il problema è reale, impellente, drammatico. La Sierra Leone è devastata dall’epidemia di ebola per cui i rimedi sono pressoché nulli. E allora l’unica speranza è quella di arginare il contagio e di rafforzare le strutture sanitarie locali. C’è bisogna di molto in Sierra Leone e il ministro della Cultura, Peter Bayuku Konteh, ha chiesto aiuto, ha lanciato un appello- raccolto da quello che è diventato il Comitato Emergenza Ebola- perché vede il suo paese ogni giorno più stremato e impotente.Cecilia Strada, presidente di Emergency, figlia di Gino Strada e attiva fin da piccolissima in campo umanitario, ha addirittura auspicato l’intervento degli eserciti perché aiutino a contenere e a isolare il virus. E noi che cosa possiamo fare? Quel poco che è tantissimo: farci volontari di Emergency, o di altre organizzazioni presenti sul territorio, informarci e diffondere i messaggi, unirci e attivare la compassione perché insieme possiamo fare molto, possiamo, cioè, cambiare radicalmente il nostro modo di approcciarci alla vita e mettere davanti a ogni nostro obiettivo una parola, un concetto: rispetto della dignità della vita. Dobbiamo metterci in testa che solo unendo le nostre forze in vista di obiettivi più grandi di quelli personali, possiamo davvero incidere sulla nostra realtà, essere cittadini attivi del mondo che abitiamo, essere umani degni della nostra missione più grande. L’altra forma di aiuto concreto è la donazione. In questi primi 20 anni, Emergency ha curato oltre 6 milioni di persone in 16 Paesi. Una ogni 2 minuti. Vi immaginate che cosa possa voler dire avere un obiettivo comune? Quanto ci vorrebbe per combattere la fame, la povertà, l’emarginazione se il nostro desiderio fosse uno, condiviso? Quanto tempo occorrerebbe se lavorassimo insieme per realizzarlo, se non fossero, cioè, solo parole?!
Chi avesse voglia di vedere che cosa fa concretamente Emergency, può visitare il sito http://www.emergency.it;
chi avesse voglia di impegnarsi in prima persona, può andare sul sito alla sezione Lavora con noi;
chi volesse diventare volontario e sostenere le campagne di raccolta fondi, può scrivere a volontariato@emergency.it, oppure volontariato.milano@emergency.it, o volontariato.roma@emergency.it
chi volesse ospitare i volontari nella propria scuola, può scrivere a scuola@emergency.it per Campania, Emilia Romagna, Friulia Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Sardegna, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Veneto. Oppure a scuola.roma@emergency.it per Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lazio, Marche, Molise, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria;
chi volesse donare può farlo attraverso

Carta di credito/PayPal

Donazione online con carta di credito attraverso il nostro server sicuro.
Numero verde 800.394.394 per donazioni con CartaSi, Visa e MasterCard.

Donazione online via PayPal, anche in dollari.

Versamento su conto corrente postale intestato a EMERGENCY Ong Onlus

c/c postale n. 2842 6203
IBAN IT37Z0760101600000028426203
BIC BPPIITRRXXX

Versamento su conto corrente bancario intestato a EMERGENCY Ong Onlus

c/c bancario presso Banca Popolare dell’Emilia Romagna
IBAN IT41V0538701600000000713558
BIC BPMOIT22XXX

c/c bancario presso Banca Etica, Filiale di Milano
IBAN IT02X0501801600000000130130
BIC CCRTIT2T84A

Assegno bancario

Assegno bancario non trasferibile intestato a EMERGENCY, da inviare a EMERGENCY, via G. Vida 11, 20127 Milano.

Donazione continuativa con bonifico automatico (Rid)

Bonifico a scadenza regolare, con addebito automatico (RID).
Scegliendo la domiciliazione bancaria o postale (Rid) potrai donare in modo automatico e con cadenze regolari – trimestrali, semestrali o annuali – un importo a tua scelta a Emergency, senza alcun costo aggiuntivo presso la maggior parte degli Istituti bancari. Scegliendo questa modalità di donazione ci permetterai di pianificare accuratamente le nostre attività, valutare la fattibilità di nuovi progetti e garantire l’efficienza ai nostri ospedali in Afghanistan, Iraq, Italia, Repubblica Centrafricana, Sierra Leone e Sudan.

Ognuno ha un modo speciale, unico, per essere indispensabile. La letteratura può aiutare a diffondere messaggi ma ognuno di noi ne deve fare opere d’arte di sensibilità e grandezza d’animo.

Rossella Pretto